16 September 2017

E’ stata presentata oggi a Belgrado l’iniziativa “I vini del Sud Italia nei Balcani” organizzata dall’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (Ice). I prodotti vinicoli delle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia saranno protagonisti per tutto il mese di febbraio di un’ampia serie di appuntamenti promozionali rivolti sia ai consumatori che agli operatori economici specializzati della Serbia e degli altri paesi dei Balcani. Sono 18 gli esercizi commerciali che hanno raccolto l’invito dell’Ice a realizzare incontri, degustazioni e altre attività per concentrare l’attenzione della propria clientela sulla tradizione e la qualità dei vini delle regioni del Sud Italia. Fra questi esercizi vi sono anche importanti catene di distribuzione quali Mercator e Metro Serbia, oltre che ristoranti, bar ed enoteche.

Per gli addetti ai lavori del settore, ovvero importatori, distributori, enologi e stampa specializzata, sono stati pensati appuntamenti specifici fra cui delle Master class e degustazioni tecniche guidate. L’incontro tra i numerosi produttori vinicoli provenienti da Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e le controparti economiche locali avverrà il 21 febbraio preso l’hotel Hyatt di Belgrado. Per l’occasione l’Ice ha curato la selezione e l’organizzazione di una delegazione di 60 importatori e distributori di paesi limitrofi alla Serbia. La presentazione odierna dell’iniziativa ha contato l’intervento dell’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo, il quale ha ricordato che l’Italia è il primo esportatore di vino al mondo, e così anche in Serbia. “Con il passare del tempo – ha detto Manzo – il consumatore serbo ha sviluppato una conoscenza sempre più approfondita della varietà dei vini italiani”.

Una parte del territorio italiano, ovvero quella delle regioni del Sud Italia, sta crescendo in maniera decisa nel settore della produzione vinicola e l’iniziativa dell’Ice, ha ancora osservato Manzo, avviene in un momento che va a coincidere con gli sforzi dell’Italia a sostegno delle sue esportazioni nell’agrobusiness. “Le esportazioni di vino – ha infine ricordato Manzo – ammontano a 37 miliardi di euro e l’obiettivo è quello di raggiungere i 50 miliardi entro il 2020”. L’iniziativa dell’Ice è svolta nel quadro del Piano Export Sud a sostegno delle regioni della convergenza, un programma speciale di attività finanziato dal ministero dello Sviluppo economico che punta a favorire l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese delle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

 

    Leave A Comment